Posts Tagged "movimento"

Alzarsi dal letto, camminare, scendere le scale: l’azione di muoversi è un gesto talmente naturale e universale che viene compiuto in maniera spontanea quasi senza accorgersene.

Quando si parla di movimento è difficile fornire una definizione univoca. Si potrebbe dire che consiste in una successione di azioni che portano il nostro corpo a cambiare posizione in funzione del tempo o che si tratta di una delle più importanti funzioni organiche dell’uomo.

È chiaro che la vita si esprime attraverso il movimento, ma bisogna tenere presente che è necessario plasmare tale concetto sulle caratteristiche di ciascun individuo.

Nell’ambito dell’attività fisica, si compie un movimento ogni qualvolta si esegue un esercizio: corsa, addominali, piegamenti sono tutte azioni che sollecitano il fisico a compiere un’azione di moto, coinvolgendo ogni volta un settore muscolare diverso. Un’azione in apparenza simile per tutti, ma in realtà così differente.

Chi opera nel fitness deve essere consapevole che, quando si costruisce un esercizio, bisogna considerare le caratteristiche del soggetto che lo deve eseguire: lo stesso esercizio può infatti avere implicazioni differenti sulla base di chi lo pratica.

Di fronte a una “sfida” di tipo motorio, il nostro corpo tende a rispondere in maniera spontanea per risolvere il problema, ma non sempre si riesce a compiere l’esercizio nella maniera opportuna.

Ad esempio se un esercizio prevede di sollevare le gambe aggrappandosi a una barra per le trazioni (es. toes to bar) per allenare gli addominali, non è affatto scontato che questi ultimi lavorino nel modo corretto dal momento in cui non abbiamo i prerequisiti motori per farlo. Molte volte capita di eseguire un gesto (in questo caso sollevare le gambe), ma di non avere gli opportuni pattern di attivazione necessari a portare il focus del lavoro agli addominali, questo perché il nostro sistema non è al momento in grado di farlo.

Per un professionista dello sport è quindi necessario comporre un esercizio basandosi sul “qui” e “ora”, ponendosi domande come “quali sono le caratteristiche del mio cliente/paziente?”, “a che livello di allenamento si trova?”, “è in grado di compiere tale sequenza di movimenti”?

Non esistono esercizi prestabiliti: solamente un’attenta analisi delle peculiarità soggettive permette di formulare un allenamento efficace ed effettivamente utile.

Advanced Institute for Fitness and Athletics è un progetto di Advanced Osteopathy Institute s.r.l. | Sede Operativa: Via Cardinale Mezzofanti, 13 – Milano | Sede legale: Via Soperga 50 – Milano |​ P. Iva e Cod. Fis. 09229220968 – REA MI 2077428 | Capitale sociale €10.000 I.V. | Privacy & Cookie policy |